header-image

Sede: Milano, Università Cattolica
Inizio: Marzo 2023
Part time
Scadenza: Early Bird 28 Ottobre 2023 - Scadenza ultima 3 Febbraio 2023

Neuromanagement per le organizzazioni: neuroassessment, neuropotenziamento e innovazione

L’attività sarà regolarmente erogata in presenza, compatibilmente con la situazione sanitaria. Per quanti lo desiderano sarà comunque sempre possibile seguire tutte le lezioni DA REMOTO per l’intera durata del corso.

Il Master in “Neuromanagement per le organizzazioni: neuroassessment, neuropotenziamento e innovazione” intende rispondere alle emergenti richieste di integrazione tra sapere psicologico per le organizzazioni e nuovi approcci e metodiche forniti dalle neuroscienze applicate. La finalità intrinseca è relativa allo sviluppo di nuove figure che raccolgano le richieste di sintesi tra mondo del lavoro, contributi consolidati dell’approccio e delle metodiche neuroscientifiche e sfide dell’innovazione per i sistemi organizzativi complessi.

Il ruolo delle risorse umane è definito, infatti, dalla loro centralità nel perseguimento degli obiettivi aziendali, attraverso un’attenzione particolare ai bisogni di crescita, formazione, motivazione, trasformazione ed innovazione consapevole all’interno dei contesti organizzativi e degli scenari complessi odierni. Il Master intende costituire una proposta formativa che si focalizza sullo sviluppo di skills e di competenze tecniche volte a fornire presidio e supporto di figure professionali (manager, responsabili HR, addetto alle funzioni della comunicazione e del marketing; figure dedicate ai processi di innovazione ecc.)  nella gestione delle risorse e delle persone in contesti organizzativi e sociali complessi e in costante evoluzione, rendendo il fattore umano un fattore di business e avvalendosi delle metodiche di analisi e intervento proprie delle neuroscienze applicate. Tale esigenza è dettata da uno scenario attuale dominato da cambiamenti estremamente rapidi, che richiedono lo sviluppo e la messa in atto di competenze di nuova generazione, come quelle connesse ad esempio al change management, all’intelligenza artificiale, dell’innovazione e dello sviluppo sostenibile.

Crescente è infatti la domanda in tutti gli ambiti professionali di strumenti di approccio neuroscientifico che, fornendo competenze di analisi dei processi e dei significati fondati anche su elementi relativi ai sistemi neurofisiologici, contribuiscano allo sviluppo di risorse funzionali a gestire la complessità e il cambiamento organizzativo. Si ripropone, a tal proposito, lo sviluppo di skills con una elevata specializzazione in termini di technicalities (es. training, marketing, recruitment), all’interno di un contesto fondante che è quello del cambiamento e della regolazione della relazione.

Michela Balconi, Direttore del Master in Neuromanagement per le organizzazioni: neuroassessment, neuropotenziamento e innovazione


Ascolta "Master in Neuromanagement per le organizzazioni" su Spreaker.


 

KEY FACTS

 

 
Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nostri corsi e le iniziative per te? Lasciaci i tuoi contatti