Programma e calendario

Il corso è organizzato in un modulo introduttivo generale e tre moduli specifici, ognuno dedicato a uno dei tre disturbi presi in considerazione (DSA, ADHD, autismo). Si articola in 18 incontri di 4 ore ciascuno, per un totale di 72 ore di attività in presenza.

Gli incontri si svolgeranno attraverso lezioni frontali ed esercitazioni volte a fornire strumenti di conoscenza e operativi sui disturbi e sulle tecniche psicoeducative. Le esercitazioni prevedono attività di brainstorming, presentazione di casi, momenti di riflessione e discussione.

I moduli 1 e 3 si svolgeranno presso IUSTO – Istituto Universitario Salesiano Torino, piazza Conti di Rebaudengo 22.

Il modulo 2 si svolgerà presso CNOS/Scuola Piemonte e Valle d’Aosta, via Maria Ausiliatrice 32.


Programma

MODULO 1 – DSA

Incontro 1 (venerdì 24 gennaio pomeriggio)

I disturbi specifici dell’apprendimento (DSA)

Federica DANISI

  • Cenni sui modelli teorico-concettuali di riferimento

  • Difficoltà di apprendimento e DSA

  • Classificazione dei DSA: dislessia, disortografia, discalculia, disgrafia

  • I processi di base nella lettura: strumenti, strategie e tecniche

  • La decodifica del testo scritto

Incontro 2 (sabato 25 gennaio mattina)

Scrittura e calcolo nei DSA

Chiara VALENTI

  • La scrittura

  • Numeri e calcolo

Incontro 3 (sabato 25 gennaio pomeriggio)

Le strategie di studio nei DSA

Chiara VALENTI

  • Prendere appunti

  • Costruire schemi e mappe

  • Strategie di studio

Incontro 4 (venerdì 28 febbraio pomeriggio)

Aspetti emotivi, motivazionali e familiari nei DSA

Viviana ROSSETTI

  • La comprensione del testo scritto – aspetti metacognitivi

  • I DSA nello sviluppo

  • Aspetti emotivi e motivazionali dello studente con DSA

  • La famiglia dello studente con DSA

Incontro 5 (sabato 29 febbraio mattina)

Gestire l’apprendimento nei DSA

Elena GATTI

  • Attenzione e memoria nel processo di apprendimento

  • L’organizzazione dello studio

  • Organizzazione e rielaborazione dei contenuti

Incontro 6 (sabato 29 febbraio pomeriggio)

Accompagnare lo studio nei DSA

Elena GATTI

  • Gli strumenti dell’intervento a scuola

  • Strumenti compensativi e dispensativi per i DSA

Alberto MARTELLI

  • Un modello pedagogico: don Bosco e il sistema preventivo. L’approccio educativo di don Bosco: gli incontri come spazio strategico di intervento

 

MODULO 2 – ADHD

Incontro 1 (venerdì 20 marzo pomeriggio)

Il disturbo da Deficit d’Attenzione e Iperattività (ADHD)

Viviana ROSSETTI

Caratteristiche dell’ADHD: i sintomi-cardine

Le compromissioni nella vita quotidiana

Funzioni esecutive e autoregolazione

Evoluzione del disturbo: dall’infanzia, all’adolescenza, alla vita adulta

 

Incontro 2 (sabato 21 marzo mattina)

L’alunno con ADHD a scuola e a casa

Chiara VALENTI

  • Insegnare e monitorare l’organizzazione scolastica

  • Il sostegno allo studio e il metodo di studio; la motivazione allo studio (nell’ADHD)

  • Migliorare l’organizzazione della vita quotidiana

  • Strumenti compensativi e misure dispensative: dalla normativa alla pratica

Incontro 3 (sabato 21 marzo pomeriggio)

ADHD, comorbilità, compromissioni funzionali

Viviana ROSSETTI

  • Difficoltà di apprendimento conseguenti il disturbo

  • DSA associati all’ADHD

  • Strategie scolastiche

  • Strategie comportamentali

Incontro 4 (venerdì 17 aprile pomeriggio)

ADHD, aspetti emotivo-relazionali

Francesca SGROI

  • La carenza di abilità sociali

  • Potenziare le capacità relazionali

  • La comunicazione efficace con bambini e

  • adolescenti con ADHD

Incontro 5 (sabato 18 aprile mattina)

Le comorbilità (disturbi associati all’ADHD)

Francesca SGROI

Il panorama delle comorbilità

Disturbo Oppositivo Provocatorio

Disturbo della Condotta

Aspetti depressivi e ansiosi

Incontro 6 (sabato 18 aprile pomeriggio)

Impostare un percorso con l’alunno con ADHD

Francesca SGROI

L’incontro con la famiglia, con la scuola e la costruzione della rete

Il colloquio psicoeducativo con il bambino e l’adolescente

La lettura della diagnosi

Alberto MARTELLI

Un modello pedagogico: don Bosco e il sistema preventivo. Il sistema preventivo: ragione, religione e amorevolezza; la centralità dell’educatore, l’integralità della proposta

 

MODULO 3 - AUTISMO

Incontro 1 (venerdì 15 maggio pomeriggio)

Aspetti clinici ed evolutivi dell’autismo

Paola MOLTENI

  • I disturbi dello spettro autistico: definizione, tipologie e criteri diagnostici

  • Cenni sui modelli interpretativi di riferimento

  • Sensorialità e pensiero visivo

  • Modalità comunicative e di interazione sociale

  • Lo sviluppo del repertorio emotivocomportamentale

Incontro 2 (sabato 16 maggio mattina)

L’alunno con autismo a casa e a scuola

Roberta SALA

  • La comunicazione efficace con il bambino e dell’adolescente con disturbi dello spettro autistico
  • Strategie e tecniche psicoeducative (prima parte):
  • la strutturazione dell’ambiente
  • l’approccio visivo
  • l’agenda
  • le storie sociali

Incontro 3 (sabato 16 maggio pomeriggio)

L’alunno con autismo a casa e a scuola

Roberta SALA

  • Strategie e tecniche psicoeducative (seconda parte):

  • Il videomodeling
  • La task analysis
  • L’organizzazione del setting di apprendimento
  • La token economy

Incontro 4 (venerdì 12 giugno pomeriggio)

Il miglioramento delle competenze sociali

Cristina PANISI

  • La condivisione sociale

  • Lo sviluppo della conoscenza dei ruoli sociali e delle loro funzioni

  • Rielaborazione delle criticità sociali scolastiche

  • Promozione di abilità sociali specifiche del contesto scolastico

  • Incremento dei contatti sociali e sviluppo di reti amicali

 

Incontro 5 (sabato 13 giugno mattina)

Supporto emotivo-comportamentale e alla comunicazione e le autonomie

Paola MOLTENI

  • Individuazione e superamento dei comportamenti problema

  • Lo sviluppo delle abilità di riconoscimento delle emozioni

  • Il supporto all’autonomia personale

  • Rimodulazione del PEI e Differenziazione

  • Didattica

 

Incontro 6 (sabato 13 giugno pomeriggio)

Costruire reti per l’alunno con autismo

Paola MOLTENI

  • I pari come risorsa per includere

  • Creatività e competenze sociali per l’inclusione

  • Cenni sul ruolo e funzioni della rete famigliascuola-strutture sanitarie

Alberto MARTELLI

  • Un modello pedagogico: don Bosco e il sistema preventivo. Integrazione come prevenzione e compito/progetto di una comunità educativa

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nostri corsi e le iniziative per te? Lasciaci i tuoi contatti